Alexis Mabille Haute Couture SS15

èStile presenta "Alchimie in Bianco e Nero" con protagonistiSeletti ,Diesel e Superology


Con Alchimie in Bianco e Nero, il concept store di interior design e punto di riferimento per i cool hunter della capitale èStile, si fa promotore della moda attraverso l’arte animando entrambe con una performance che ne ibrida lo spazio, trasformandolo in factory e laboratorio d’artista.


Quattro performer, indossando le creazioni del brand Superology, svolgono un’analisi per gesti e immagini sull’universo del bianco e del nero immersi in un contesto di surreale quotidianità. Gli oggetti di design che appartengono alla vita di tutti i giorni, interpretati da Seletti per Diesel e contaminati dalle forme del mondo meccanico e dalle suggestioni dell’universo, arredano la nuova vita dell’uomo-macchina.


La Capsule Collection Alchemy di Superology, ispirandosi al mondo dell’occulto, è il perfetto anello di congiunzione fra i binomi “bianco/nero”, “materia/idea”, “arte/design”. Alla sua collezione, suddivisa secondo i due passaggi alchemici di Nigredo (opera al nero) e Albedo (purificazione), hanno collaborato il Dj italiano ormai resident a Berlino Dubit e la pubblicitaria e Art Director Sarah Micol Grimaldi. Texturizzazioni materiche, dissolvenze e codici visivi segreti si alternano al minimalismo monocromatico del lettering e danno vita ad una collezione interamente Made in Italy, fatta di materiali pregiati e in edizione limitata.


Un’opera di video-arte site specific, insieme agli oggetti di uso quotidiano, ai Toys e all’universo da sfogliare fra le pagine dei libri di èStile, spazio dalle molte anime che mixa la cultura d’oltreoceano a quella squisitamente europea nel cuore di Roma, completano l’allestimento di quella che diventa un’installazione: non più arte al museo o moda in vetrina, ma nuovi linguaggi espressivi per dar voce a creatività multiple.

Il ristorante Angelina di Anna Lo Presti, luogo in cui nel cibo si trasferiscono le suggestioni visive di Roma, cura una selezione à la carte per i performer. Anche il food diventa design e il binomio bianco/nero si trasferisce sulla tavola con sorprendente maestria. 






èStile presenta "Alchimie in Bianco e Nero" con protagonistiSeletti ,Diesel e Superology


Con Alchimie in Bianco e Nero, il concept store di interior design e punto di riferimento per i cool hunter della capitale èStile, si fa promotore della moda attraverso l’arte animando entrambe con una performance che ne ibrida lo spazio, trasformandolo in factory e laboratorio d’artista.


Quattro performer, indossando le creazioni del brand Superology, svolgono un’analisi per gesti e immagini sull’universo del bianco e del nero immersi in un contesto di surreale quotidianità. Gli oggetti di design che appartengono alla vita di tutti i giorni, interpretati da Seletti per Diesel e contaminati dalle forme del mondo meccanico e dalle suggestioni dell’universo, arredano la nuova vita dell’uomo-macchina.


La Capsule Collection Alchemy di Superology, ispirandosi al mondo dell’occulto, è il perfetto anello di congiunzione fra i binomi “bianco/nero”, “materia/idea”, “arte/design”. Alla sua collezione, suddivisa secondo i due passaggi alchemici di Nigredo (opera al nero) e Albedo (purificazione), hanno collaborato il Dj italiano ormai resident a Berlino Dubit e la pubblicitaria e Art Director Sarah Micol Grimaldi. Texturizzazioni materiche, dissolvenze e codici visivi segreti si alternano al minimalismo monocromatico del lettering e danno vita ad una collezione interamente Made in Italy, fatta di materiali pregiati e in edizione limitata.


Un’opera di video-arte site specific, insieme agli oggetti di uso quotidiano, ai Toys e all’universo da sfogliare fra le pagine dei libri di èStile, spazio dalle molte anime che mixa la cultura d’oltreoceano a quella squisitamente europea nel cuore di Roma, completano l’allestimento di quella che diventa un’installazione: non più arte al museo o moda in vetrina, ma nuovi linguaggi espressivi per dar voce a creatività multiple.

Il ristorante Angelina di Anna Lo Presti, luogo in cui nel cibo si trasferiscono le suggestioni visive di Roma, cura una selezione à la carte per i performer. Anche il food diventa design e il binomio bianco/nero si trasferisce sulla tavola con sorprendente maestria. 






RAFFAELE SQUILLACE PROPONE LA FEMME BEAUTY .SPRING-SUMMER 2015 AD ALTAROMA PER LA MAISON CURTI .

Ricerca nel passato e innovazione beauty, queste le proposte in anteprima rilasciate dal noto make up artist dell alta moda Raffaele squillace in preparazione per il lancio delle beauty collection. 
In occasione del prossimo calendario ufficiale della fashionweek capitolina,per la prossima primavera estate, brio ,colore ,ricerca ,stile ,comunicazione questi tra i pochi aggettivi che racchiuderanno il mood della collezione beauty che prende il nome di FEMME  ,un inno alla donna e alla femminilità in pieno stile anni 60 /70.
Il make up sarà rivisitato in chiave couture occhi delineati da un eyeliner grafico enfatizzato con l’applicazione di  ciglie a frangia per valorizzare lo sguardo ,sulla bocca una cascata di colore rosa corallo per illuminare l ‘incarnato ,connubio eccellente con la collezione SOPHIA ieri, oggi, domani della maison di GIADA CURTI .
Un look ed una collezione per celebrare il mito di sophia Loren interpretato per l’occasione dalla super model Raffaella Modugno .
Non ci resta che darci appuntamento giorno 30 gennaio alle orè 12 presso il grande hotel San regis di Roma ,dove la sontuosita’ dei ricchi saloni accoglieranno la moda facendoci sognare con un tuffo nel passato tra storia ,arte ,e bellezza .