GIUSEPPE ZANOTTI PRESENTA LA COLLEZIONE SS 23 DURANTE LA FASHION WEEK MILANESE

 Giuseppe Zanotti celebra la nuova stagione Primavera/Estate2023 con una collezione femminile econsapevole. Il piede diventa un espediente da impreziosire: stili ridisegnati con nuove linee o adornati da composizioni uniche di pietre e ricami. O ancora cavigliere estreme composte da piogge di cristalli multisize che bilanciano modellerie di ispirazione classica, rinnovate dall’audacia delle suole sfilate.

 Immancabile il gioco degli eccessi che grazie a magici equilibri renderaffinate e armoniose anche leeccessive platform che si fondono invece con eleganti modelli. 

 Nei colori predomina il nero, con accenti di argento specchiato ed effetti oleografici multicolor.La collezione uomo punta invece al comfort a tutto tondo: dai volumi ai materiali, nulla è lasciato al caso. La nuova slipper dalla forma avvolgente è leggera e morbidissima, idem per il nuovo sandalo rock-gladiator ingentilito grazie alla sua pianta generosa e alle soffici econfortevoli bombature.

 La sera, l’ormai classica tuxedo-loafer in vernice nero viene dissacrata da una maxi chain in oro che la trasforma in una calzatura innovativa ed esclusiva.

Nel mondo sneaker, la protagonista è la nuova GZ94, una rivisitazione contemporanea della prima iconica double zip Zanotti. Il nuovo fondo ela nuova forma creano così un twist fresco e inedito per la più iconica e versatile delle sneaker Zanotti. 

ALESSANDRO VIGILANTE PRESENTA “BODY LANGUAGE”

La collezione Spring/Summer 2023 di ALESSANDRO VIGILANTE, al suo ATTO IV, si intitola BODY LANGUAGE e trae come sempre ispirazione dalla danza contemporanea.

Mai come questa stagione “il corpo è al centro della scena”.

Il corpo si esprime attraverso il movimento, creando un linguaggio unico, intimo e altamente comunicativo, fatto di gesti minimi, quasi impercettibili oppure ampi e precisi, ripetitivi o istintivi, controllati, liberatori, contratti, rilassati, continui, fluidi, esplosivi.

Il movimento si sostituisce alla parola e diventa l’unico linguaggio.

La pelle nuda, scoperta attraverso misurate finestre sul corpo, realizzate sottraendo centimetri di tessuto, racconta lo sforzo fisico, la tensione muscolare, l’estasi, il godimento, la rabbia, la resa.

Il corpo è libero di muoversi agilmente in volumi ampi e oversize di giacche e pantaloni o grazie a body, catsuit e abiti capaci di diventare una seconda pelle.

La palette colori esplora le sfumature skin-tone, accese dall’arancione fluo e illuminate dai colori gesso e avorio; il nero grafico si alterna al blu, colore protagonista di questa stagione.

La collezione sottolinea il DNA del Brand reinterpretandone i tratti distintivi: la contrapposizione tra maschile e femminile si ritrova nei rigorosi suit di impostazione sartoriale, tagliati da body iper femminili.

Blazer iconici come l’oversize Pina Bausch e il backless Carolyn Carlson si rinnovano nei materiali come il lino croccante nei toni naturali del nude e del gesso, il popeline strutturato e il cotone con disegno rigato a rilievo. Le novità di stagione sono il Marie-Agnes blazer e l’Aurelie blazer-body, entrambi presentati in jersey compatto e in tessuti spalmati effetto lattice, opachi o lucidi effetto bagnato. Il primo lascia le spalle e il sottoseno scoperto grazie a linee dritte e grafiche che ricordano dei triangoli; il secondo è insieme blazer e body, molto confortevole e vicino al corpo; incornicia la schiena con linee morbide, scoprendo la pelle nuda.

I pantaloni di costruzione sartoriale sono abbondanti, rilassati, come il jogger con la gamba banana e il nuovo pantalone a vita altissima con cuciture anatomiche nella parte del bacino e tasche a vaso a evidenziare un punto vita assottigliato. Il pantalone skinny classico si arricchisce dello spacco tondo, iconico del brand, questa volta posizionato al fondo a scoprire il collo del piede.

Nuovi i cargo, alla caviglia o sotto al ginocchio, in nylon tecnico giapponese o rete lingerie, arricchiti da molte coulisse e dettagli lingerie; si indossano con il crop-top-bra in rete lingerie e jersey trasparente.

I blazer sono tagliati anche da gonne affilate, a metà polpaccio con spacco stondato, o con la nuova minigonna a vita bassa, con lembi asimmetrici, negli stessi tessuti delle giacche.

I body sono come sempre i protagonisti: questa stagione arricchiti da drappeggi che avvolgono e accarezzano il corpo in modo inaspettato, ispirati a Madame Grès, famosa per la sua tecnica di drappeggio minimalista.

Gli abiti, fluidi e cascanti, semitrasparenti o strutturati, disegnano il corpo, evidenziando il punto vita, il collo e le spalle e scoprendo di volta in volta parti di corpo nudo. Seguono giochi di lembi drappeggiati dei body ma con soluzioni finali diverse. I lembi delle gonne degli abiti questa stagione diventano liberi e asimmetrici.

Il ricamo di stagione è grafico e artistico: triangoli che ricordano le iniziali del Brand, la A e la V, in specchio blu o nude, danzano su top cut-out e gonne asimmetriche.

“Decorate your body with movements”!

Photo Courtesy Alessandro Vigilante

SALVATORE FERRAGAMO PRESENTA UN NUOVO MODELLO DI SNEAKER CROSS GENDER

Il mix di materiali responsabili e high-tech e la lavorazione artigianale Ferragamo sono le caratteristiche di questo modello, estremamente leggero e confortevole, con un design luxury.

 

Lo stile vintage e le combinazioni cromatiche accese conferiscono grande personalità a questa calzatura, esaltata, nella silhouette slanciata e nella vestibilità confortevole, dall’alternanza di tessuto e di inserti in suede e pelle. La suola running in gomma ha un battistrada personalizzato, dal tallone alla punta.

 

Tra le differenti versioni, quella con suola a righe colorate che ricorda l’iconica palette rainbow, oppure la versione con pattern Gancini all over. 

 

Le sneaker si distinguono anche per la loro essenza responsabile: la tomaia delle scarpe è in ECONYL®, una fibra 100% rigenerata da scarti di nylon come le reti da pesca.

Gli inserti in suede sono realizzati dando una seconda vita agli scarti di lavorazione derivanti da un processo produttivo a ridotte emissioni di carbonio, mentre la fasciatura del fussbett e la camoscina interna sono in pelle testata e verificata per essere stata prodotta utilizzando un processo di concia senza cromo. Il filo di cucitura è invece realizzato in poliestere 100% riciclato post-consumo, e il feltro Strobel contiene fibre di poliestere riciclate pre-consumo.

“NOMADIC STORIES” LA LUXURY CAPSULE FIRMATA SALVATORE FERRAGAMO

Salvatore Ferragamo celebra la sua idea di viaggio contemporaneo attraverso Ferragamo Nomadic Stories: una luxury capsule di calzature donna e uomo, caratterizzata da comfort sofisticato e da lavorazioni uniche secondo la migliore maestria artigianale italiana.

 

La collezione è al centro di un portfolio di scatti e di un video dai contorni cinematografici che raccontano l’avventura estiva di un gruppo di amici, riflettendo la visione del brand: un’ode alla libertà e alle infinite possibilità ancora da intraprendere, poiché ciascuno è un viaggio in continua evoluzione. 


Per questo la Maison ha realizzato una collezione ispirata dal desiderio di libertà e dal bisogno di esplorare: calzature che vestono come una seconda pelle, avvolgendoci sensualmente, per accompagnarci in ogni movimento, attraverso ogni tappa.

Qualità e spirito innovativo di Ferragamo sono gli elementi distintivi della capsule composta da sandali, mocassini, ballerine e slipper: leggeri e ripiegabili nell’apposita travel bag, sono caratterizzati da dettagli unici e da lavorazioni straordinarie.

Tra le proposte: il mocassino in soffice nappa con fibbia Gancini e tallone ripiegabile, le slipper ispirate agli sport outdoor, in tessuto con stampa Gancini, e le ballerine in morbida pelle con fiocco Vara. 

Opera di artigianalità elevata, il sandalo basso in suede ha finiture in gros-grain tono su tono, fibbie Gancini e presenta la particolare lavorazione San Crispino, dove la tomaia è ripiegata internamente e cucita a mano direttamente sul sottopiede, per garantire estrema flessibilità. Ancora, la fodera interna è in velluto con stampa coccodrillo. Hanno inserti in cristallo, invece, i sandali aperti in tessuto rete stretch, con suola interna in velluto nelle stesse tonalità e orlo in gros-grain elasticizzato.

Ovunque e nessuna parte, al di là di una meta fisica, il viaggio muta percorso giorno dopo giorno verso un’infinita libertà … Ferragamo Nomadic Stories è il primo capitolo di una storia estiva senza fine.