ALADIN AL TEATRO BRANCACCIO DI ROMA

DAI CREATORI DEI MUSICAL
“RAPUNZEL” E “LA REGINA DI GHIACCIO”
LEONARDO CECCHI – ALADIN
EMANUELA REI – JASMINE
E CON LA PARTECIPAZIONE DI SERGIO FRISCIA nel ruolo del GENIO DELL’ANELLO
ALADIN 
IL MUSICAL GENIALE

MUSICHE ORIGINALI E ARRANGIAMENTI MUSICALI
DAVIDE MAGNABOSCO | ALEX PROCACCI | PAOLO BARILLARI
CON
RAFFAELLA ALTERIO – COCO
RENATO CRUDO – ABDUL
DANIELE DEROGATIS – SULTANO
JONATHAN GUERRERO – SKIFUS
FULVIA LORENZETTI – KAMIRA
GLORIA MIELE – AISHA
UMBERTO NOTO – GENIO DELLA LAMPADA
MAURIZIO SEMERARO – JAFAR
ENSEMBLE
JESSICA AIELLORAFFAELE CAVACRISTINA DA VILLANOVAIMMA DE SANTISFRANCESCO DE SIMONE ANNA GARGIULOSTEFANO MARTORIELLO, ALFONSO MOTTOLA, ELEONORA PELUSO

SCENE ALESSANDRO CHITI | COSTUMI FRANCESCA GROSSI DISEGNO LUCI CHRISTIAN ANDREAZZOLI DISEGNO SUONOEMANUELE CARLUCCI | DIREZIONE MUSICALE E ARRANGIAMENTI DAVIDE MAGNABOSCO | ARRANGIAMENTI VOCALI E VOCAL COACH ALEX PROCACCI | COREOGRAFIE RITA PIVANO EFFETTI SPECIALI ERIX LOGAN | CONTRIBUTI VIDEOCLAUDIO CIANFONI

IDEATO E DIRETTO
MAURIZIO COLOMBI

PRODUZIONE ALESSANDRO LONGOBARDI PER OFFICINE DEL TEATRO ITALIANO
IN COLLABORAZIONE CON VIOLA PRODUZIONI
2 OTTOBRE – 8 DICEMBRE 2019
TEATRO BRANCACCIO
prezzi da 29 a 100 euro
ANTEPRIME mercoledì 02, giovedì 03, venerdì 04, sabato 05 ore 16 e ore 20.45, domenica 06 ottobre ore 20.45
mercoledì 09, giovedì 10, venerdì 11 ottobre ore 20.45, sabato 12 ottobre ore 16.00 e ore 20.45domenica 13 ottobre ore 16.00,
dal 17 ottobredal giovedì al sabato ore 20.45, sabato e domenica ore 16.00
Maurizio Colombi, regista, autore e attore, con Alessandro longobardi, direttore artistico del Teatro Brancaccio, tornanoinsieme per un nuovo grande family show: ALADIN il Musical Geniale con l’intento di replicare il grande successo di “Rapunzel il Musical”, “Peter Pan il musical” e “La Regina di Ghiaccio il musical”.
Il musical debutterà in prima nazionale al Teatro Brancaccio il 9 ottobre 2019.
Più di un family show, il nuovo musical, liberamente ispirato ad una delle più celebri novelle orientali de Le mille e una notte, ripercorre le avventure di Aladino e del genio della lampada, in un sontuosa ambientazione medio-orientale con alcune contaminazioni in stile Bollywood nelle musiche originali, negli arrangiamenti musicalinelle coreografie e nei costumi
La scrittura del testo e delle musiche, la progettazione delle scene e dei costumi, la scelta del cast sono stati definiti da Maurizio Colombi e dell’oramai più che collaudato cast creativo composto da Alessandro Chiti per la scenografia, che prevede 24 cambi scena che appariranno e spariranno come d’incanto, avvalendosi di uno spettacolare disegno luci curato da Christian Andreazzoli: i quadri sveleranno paesaggi desertici, il sontuoso palazzo del Sultano, il balcone di Jasmine sul giardino del palazzo, il fervente mercato della città, la prigione, la bottega di Aladin, la grotta del tesoro e il romantico volo di Aladin e Jasmine sui tetti di BagdadFrancesca Grossi per gli scintillanti e preziosi costumi; Rita Pivano per le coreografie. 
Davide MagnaboscoAlex Procacci e Paolo Barillari (autori delle musiche di Rapunzel” e de “La regina di Ghiaccio”) hanno composto quattordici dei diciassette brani musicali previsti. I restanti brani editi spazieranno dalla musica pop rai di Cheb Khaled, a medley di successi internazionali. Gli effetti speciali di grande impatto visivo curati da Erix Logan, tra i quali le apparizioni e le sparizioni dei due geni e le trasformazioni di Aladinsorprenderanno e stupiranno il pubblico. Il disegno fonico è di Emanuele Carlucci, mentre i contributi video sono di Claudio Cianfoni.
Nella storia troveremo tutti i personaggi classici della fiaba: AladinJasmine, il Genio della lampada, il Genio dell’anello, il potente e malvagio Jafar, consigliere del Sultano, la mamma di AladinoAccanto a loro personaggi ineditiAbdul, ladruncolo amico di AladinAisha l’ancella amica di Jasmine, Coco lasimpatica scimmia ammaestrata, Skifus l’assistente di Jafarguardie e concubine.

Leonardo Cecchi interpreta il ruolo di Aladin, ladruncolo scansonato, furbo, coraggioso e affascinante. Attore e scrittore è stato il protagonista della serie Disney Channel di grande successo “Alex & Co. e di due film Disney
Emanuela Rei è Jasmine, in apparenza indifesa, nella realtà ribelle e indipendente, pragmatica e risoluta. Attrice in numerose serie tv per ragazzi, è stata protagonista della popolarissima serie tv “Maggie & Bianca Fashion Friends.
Il musical vede la partecipazione straordinaria di Sergio Friscia nel ruolo del Genio dell’Anello, pasticcione e maldestro ma di animo buono. Attore di cinema, fiction e teatro, è autore, regista, conduttore televisivo, speaker radiofonico. Conduce tutti i giorni, con Anna Pettinelli, il programma radiofonico di punta, della mattina di RDS.
Il cast è composto da 20 attori, cantanti e ballerini.

Una riscrittura di una delle più belle fiabe senza tempo per un musical comico e irriverente che gioca con l’equivoco che incanterà grandi e piccini in un’atmosfera spettacolare, piena di magia, avventura, risate e musiche strepitose.
CONCORSO 
“ALADIN… UN’IDEA GENIALE PER LA TUA CITTÀ”
1. Oggetto del Concorso – Il Teatro Brancaccio organizza un concorso dal titolo Aladin… Un’idea geniale per la tua città, in occasione dello spettacolo Aladin Il Musical Geniale, prodotto da Officine del Teatro Italiano in collaborazione con Viola Produzioni, che sarà in scena a Roma dal 2 Ottobre all’8 Dicembre 2019 al Teatro Brancaccio.
Nella favola originaria de Le Mille e Una Notte, Aladin non può esprimere desideri per se stesso ma solo per chi gli sta più a cuore. Nello stesso modo, vogliamo spingere gli alunni a esprimere desideri per la collettività, immaginando nuovi modi di vivere in solidarietà e con sostenibilità, insieme a chi abita gli stessi spazi.
Partendo dal proprio territorio di appartenenza,  la classe sarà chiamata a scegliere un angolo della città dimenticato da ripulire e reinterpretare senza limiti alla fantasia.
Può essere uno spazio dimenticato del quartiere, un giardino trascurato, una casa abbandonata, la vostra scuola… che possono essere trasformati, grazie ai desideri degli alunni, in nuovi spazi di convivialità, divertimento, cultura, per crescere e imparare a vivere tutti insieme nel rispetto dell’ambiente e di tutti i cittadini
Gli studenti partecipanti dovranno elaborare un disegno per classein formato A3 partendo dalla fotografia dello spazio scelto; la fotografia dell’originale dovrà poi essere inviata insieme al disegno, per poter appieno comprendere il progetto di rivalutazione dello spazio realizzato dalla classe.
Le nostre città hanno bisogno di un’idea geniale e voi alunni avete la vera lampada di Aladino: la vostra creatività e sensibilità, che darà nuova luce a luoghi spenti dai segni del tempo, dall’abbandono e dal degrado.
Con la speranza che i vostri desideri possano essere esauditi! 
2. A chi è rivolto – Il concorso è aperto a tutti gli studenti delle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado sotto la supervisione di un insegnante coordinatore e promotore dell’iniziativa presso la propria classe. 
3. Requisiti del disegno – Gli studenti, rappresentando il più fedelmente possibile la trama e gli aspetti dello spettacolo, potranno eseguire il lavoro seguendo i criteri sotto elencati:
– I disegni devono essere realizzati esclusivamente su materiale cartaceo. Il formato dei disegni dovrà essere A3.
– Ogni lavoro potrà essere realizzato a piacere con qualsiasi tecnica/modalità pittorica (a mano e/o in digitale).
– Il disegno deve contenere l’indicazione e l’indirizzo della scuola e della classe autrice.
– Il plico deve contenere il modulo di iscrizione allegato al bando con il nome e il numero di telefono dell’insegnante referente. 
4. Consegna e Scadenza – I disegni dovranno essere inviati in busta chiusa a mano o a mezzo 
posta presso il botteghino del Teatro Brancaccio in Via Merulana244 entro e non oltre il 31 Ottobre 2019.
INFO: UFFICIO SCUOLE TEATRO BRANCACCIO tel. 06 80687234 cell. 340 6772283 promozionescuole@teatrobrancaccio.it.
TEATRO BRANCACCIO  ·  VIA MERULANA 244, 00185 ROMA  ·  TEL 06 80687231/2  ·  TEATROBRANCACCIO.IT

INAUGURA SEACRET A ROMA DOMENICA 29 SETTEMBRE


DA PANAMA ALLA FRANCIA, DAL MEDITERRANEO AI CARAIBI. LA CONTINUA RICERCA E LA GRANDE ESPERIENZA DEI TITOLARI, PROMETTONO UN VIAGGIO ENOGRASTRONOMICO UNICO CON UNA PARTICOLARE ATTENZIONE ALL’ECOSOSTENIBILE.
Domenica 29 settembre apre a Roma il nuovo Ristorante Seacret.Dopo la loro prima vincente esperienza, Paolo Onorato e Fabrizio Zonnini hanno deciso di portare il loro format di ristorazione a Roma in via Marcantonio Bragadin 13/15, zona Cipro, creando un moderno ristorante dai colori caldi e dall’atmosfera rilassante in cui godere dei piaceri di una cucina gourmet, frutto di ricerca e di professionalità a livelli assoluti. Un binomio vincente quello creato da Paolo e Fabrizio che si dividono la cucina e la sala con la stessa maniacale attenzione alla qualità e al livello del servizio. Un impegno che troviamo nella selezione delle materie prime, con un pescato locale e stagionale che affianca pesci provenienti dai mari di tutto il mondo. Immaginate una grotta sottomarina all’interno della quale scoprire un tesoro unico nel panorama della ristorazione di mare, un menù all’interno del quale, accanto alle rassicuranti specialità di mare della tradizione e a gustose elaborazioni, emergono piatti realizzati con pesci straordinari, sconosciuti o mai proposti in Italia.
Alzi la mano chi ha mai sentito parlare del Cobia, un pesce che proviene da riserve specifiche a Panama. Sano, privo di ormoni, coloranti e pesticidi, sostenibile ed allevato in un ambiente privo di stress, dalle carni morbide frutto di una frollatura lenta che lo rende estremamente gustoso al palato. Probabilmente il pesce del futuro in una cucina che si evolve anche nel rispetto dell’ambiente. E chi ha assaggiato, se non in qualche viaggio esotico, il Barracuda, pesce predatore dalla forma allungata e dalle muscolose carni bianche e con pochissime spine o il Centrolofo Viola, un pesce di profondità dalla grande stazza, dal caratteristico colore viola scuro, dalla polpa bianchissima simile alla cernia e dal gusto straordinariamente delicato? O ancora, chi sapeva che il pesce bianco più apprezzato in Giappone è il Carbonaro, noto al pubblico come Black Code, dalla gustosissima polpa chiara, ricca di omega 3? Altro pesce assolutamente sostenibile, perché pescato prevalentemente con le nasse.
Le cotture lente e a basse temperature, frutto della lunga esperienza di Paolo, consentono di servire piatti di straordinario gusto che conservano una delicata consistenza. Fondamentale poi è l’apporto in sala di Fabrizio, grande sommelier che ha realizzato una cantina straordinaria, con una selezione di etichette di nicchia dal giusto rapporto qualità prezzo, che sposano perfettamente i sapori dei piatti. Affidarsi a lui è la scelta più saggia, facendosi guidare con fiducia in un panorama in cui la sua ricerca è l’autentico valore aggiunto per degustare un ottimo vino, servito alla giusta temperatura e gustosamente abbinato al piatto, spendendo il giusto, in un conto sempre eticamente corretto. I crudi sono proposti secondo la stagione e le ostriche sono selezionate dalla collaborazione con Oyster Oasis, azienda formata da un gruppo di professionisti italo francesi, che condividono con Paolo e Fabrizio la grande passione e la profonda conoscenza del prodotto. 
Un suggerimento? Da non perdere il polpo arrosto servito con una gustosissima crema di castagne, abbinato ad uno straordinario Franciacorta Satèn DOCG. Non rimane che attendere l’opening per degustare le straordinarie specialità di Seacret, una nuova straordinaria realtà golosa pronta a raggiungere importanti traguardi e riconoscimenti stellati.

ROOM26 OPENING PARTY

SABATO 28 SETTEMBRE ● IL SABATO HOUSE
Resident Main Room Paolo Pompei, Luis Bertman
Resident Plus Room Max Marino e Matteo Passerini
Voice by Lele Sarallo e Lory Voice / AnimazioneVanguard Agency
Il Room 26 è da 10! Al via la decima stagione del club all’EUR
Il sabato house con nomi del calibro di David Morales oppure Reboot, a cui seguiranno tanti altri nomi iconici dell’international house music. Ma anche Cristian Marchi e nostra signora dei cartoon Cristina D’Avena, nomi di punta della programmazione del venerdì, notte in cui è di scena il party Forever Young, con quelle inconfondibili e amatissime sonorità anni’90 che mettono d’accordo tutti. Torna in grande stile il Room 26, pronto per la sua decima stagione che illuminerà il quartiere EUR con la luce dell’entertainment fatto ad arte. 
Non conosce altro modo il direttore artistico Gianluca Neon, ancora una volta alla guida del club più noto della capitale, grazie al suo assetto tecnico che lo rende  luogo principe della nightlife romana, con i suoi ventisei amplificatori d’ultima generazione che danno il nome al club e che come al solito saranno inaugurati dalle Line Up di djs resident.
Sabato 28 settembre per il Sabato House, torneranno più carichi che mai Paolo Pompei eLuis Bertman, mentre in Plus Room ci sono Max Marino e Matteo Passerini. Ogni notte ad impreziosire le note suonate dagli specialisti della console, non mancheranno le voci di Lele Sarallo e Lory Voice, insieme all’animazione a cura di Vanguard Agency
Durante il weekend in prima serata dalle 21.00, sarà possibile consumare un buon aperitivo o una più sostanziosa cena a buffet, per affrontare al meglio le frenetiche notti all’EUR.
MODALITA’ INGRESSO
Aperitivo & Cena a Buffet dalle ore 21.00 / Discoteca dalle ore 23.30 alle ore 4.30 Prezzo in Lista: 15€ Uomo / 10€ Donna (drink incluso)
  L’ingresso “Fuori Lista” subirà un supplemento di 5€ sul ticket al botteghino
 Per INFO e LISTE, scarica l’APP di Room26, clicca qui: http://bit.ly/approom26
TEL.  333 428 9202 – EMAIL: info@room26.ithttp://www.room26.it

NEW OPENING “ECLETTA D’ESSAI” ROMA


Mercoledì 25 settembre, alle ore 18 nell’atelier di via Vittoria 70 a Roma, il brand Ecletta, progetto nato dalla passione di Giulia Venturi per il fatto a mano, presenta la sua collezione di borse ed accessori realizzati con pelli ricercate e texture di pregio. Tutte le materie prime scelte sono il frutto di un’accurata ricerca nel rispetto della filiera produttiva ed ambientale. 


Fibbie che rappresentano scarabei. Alligatori e serpenti diventano chiusure in ottone brunite, smaltate o lucide accanto alle borchie coniche in oro e manici in bambù dal sapore rétro. Pelli pregiate e stampate sono le caratteristiche fondamentali delle collezioni Ecletta. Dalla versione in pelle double, in vernice o laminata con il retro in nappa, alle pochette ideate con la tecnica a “scaglie”, che crea un susseguirsi di pieghe sino a formare un movimento continuo mettendo in evidenza i giochi plissé completamente artigianali. Per le pochette dal taglio geometrico, ecco pelli intagliate e all-over printed che richiamano il cocco, i lizard ed i pitoni per un’allure esotica. L’animalier è un segno distintivo di Ecletta, sempre nella variante leo, zebrata e muccata. La livrea di pitone centrale, tamponata e decolorata a mano, è un altro dei pilastri del marchio made in Italy.



“Il nome Ecletta nasce dal mio percorso di vita, ho sempre creduto che ogni cosa non accade mai per caso e che le contaminazioni siano determinanti per essere unici, ovvero ”eclettici”. Dalla laurea in Agraria all’amore per l’arte e la musica, ho scoperto la mia passione per il fatto a mano, per  le tradizioni e ho deciso di disegnare e creare accessori per unire la mia anima pop alla passione per il fascino rétro ”, spiega la fondatrice di Ecletta Giulia Venturi.

ABOUT  “Ecletta” by Giulia Venturi

Ecletta è un progetto di Giulia Venturi che nasce dalla passione e dal desiderio di dare una nuova identità al fatto a mano. Ogni creazione porta con sé una propria visione attraverso il desiderio di raccontarsi, di condividere, di mettere in scena una costante e sempre diversa rinascita. Giulia crea e disegna accessori unici con la massima cura dei dettagli, dovuta ad una sapienza artigiana come se borse e accessori fossero capi sartoriali confezionati “su misura”. Il nome Ecletta ha origine dalla voglia di proporre un accessorio diverso e riconoscibile, grazie alle peculiari tecniche e al mix di pellami sempre a contrasto utilizzati. Un’idea “eclettica” del fatto a mano, come un divertissement di nuances e texture che conferiscono  un movimento alle linee e alle forme dei modelli, senza dimenticare l’accento sulla sua visione contemporanea.

ABOUT “Ecletta d’essai”

Uno  spazio che rappresenta le creazioni Ecletta, pop ma al contempo rétro. Un luogo che accoglie e incuriosisce, capace di trasformarsi, adattarsi e mettere in scena la nascita e l’evoluzione del marchio. Ecletta parla di incontri, déjà-vu, segni contemporanei ed epoche lontane, nonché della consapevolezza che, per precorrere i tempi, è necessario rimanerne al di fuori. In una dimensione spazio-temporale sospesa, come se ci si trovasse a teatro in attesa della prima di una pièce. Il progetto dell’atelier è stato realizzato dall’architetto e designer Piero Angelo Orecchioni in collaborazione con Giulia Venturi.