ALTAROMA- ACCADEMIA DELLE BELLE ARTI PRESENTA “COUTURIALISM”

Accademia di Belle Arti di Roma (ABA Roma) ha  presentato il final work di 14 studenti-designer che, in occasione di Altaroma, hanno mostrato agli addetti ai lavori una capsule collection che va dai 5 agli 8 total look, sia uomo sia donna. 

Importante novità di questa edizione è il gemellaggio con la scuola di moda e design parigina: l’École Duperré Paris specializzata nella formazione di giovani designer nei settori della moda, del design tessile, della ceramica, del design ambientale e della grafica. 

Un momento di scambio e internazionalizzazione nel nome del fatto a mano e dell’alta artigianalità. COUTURIALISM è infatti il nome del progetto – curato dai docenti Sara Chiarugi, Alberto Moretti e Graziella Pera – che intende raccontare l’idea di una nuova corrente estetica e di pensiero, che accomuna i 14 giovani e nuovi designer di ABA Roma e le loro Capsule Collection, caratterizzate da una visione nuova e innovativa della moda, delle tecniche sartoriali e dall’esaltazione del fatto a mano, come identità espressiva e culturale di ciascuno studente. 

Abiti e accessori che rappresentano la celebrazione delle tecniche artigianali e artistiche, unite a una solida formazione di moda, acquisite dagli studenti dell’ultimo anno del Triennio e del Biennio nell’ambito del Corso di Fashion Design di ABA Roma, chiamati a raccontare la loro personale e identitaria visione della moda. Un corso di studi, dove la storia dell’arte e della moda sono le fondamenta del percorso formativo. 

Nato ormai più di dieci anni fa, il Dipartimento di Culture e Tecnologie della Moda di ABA Roma rappresenta un punto di riferimento nel panorama della formazione statale di moda e oggi è uno degli indirizzi dell’Accademia con più iscritti.

Gli studenti, infatti, seguono corsi di Fashion Design, Costume Design, Tecniche Sartoriali, Design dell’Accessorio, Design del Tessuto, Cultura Tessile, Anatomia Artistica, Fotografia, Grafica, Cultura dei Materiali di Moda, Ambientazione Moda, Disegno per la Moda, Illustrazione.

Tuttavia, la contaminazione artistica è l’elemento caratterizzante di un percorso dove lo studente, accanto alla formazione di moda, ha la possibilità di seguire liberamente le classiche discipline artistiche tipiche del corso di studi di un’accademia di belle arti. 

Così agli allievi è offerta la possibilità di seguire corsi di pittura, scultura, scenografia e questo genera una vera e propria contaminazione culturale che si riflette immancabilmente nelle collezioni presentate in passerella e che connota l’approccio multidisciplinare dell’Accademia. 

I 14 designer selezionati da ABA Roma sono: Federica Bettelli, Amanda De Simone, Chiara Guerzoni, Gabriela Jaramillo, Clementine Leoncilli, Emiliano Marinelli, Federica Ognibene, Palina Strepetava, Yawen Sun, Maria Chiara Totti, Chiara Volpe, Wanjing Ye, Haniyeh Zarei, Dian Zhuang. 

Hanno dichiarato i curatori del progetto Sara Chiarugi, Alberto Moretti e Graziella Pera: “Anche quest’anno la partecipazione ad Altaroma vuole essere un’occasione di visibilità e celebrazione per raccontare la creatività e la forza dei nostri giovani designer: una moda attenta all’alta sartoria, alle nuove frontiere stilistiche ed estetiche e una visione aperta e disinvolta sulla fluidità di genere senza retorica, ma con pragmatismo e innovazione, in una giostra di immagini, emozioni e sentimenti, in equilibrio tra realtà e sogno. COUTURIALISM rappresenta l’occasione per scrutarsi dentro, facendo emergere i propri pensieri e le emozioni più recondite, per dare corpo ai fantasmi e all’immaginario che vivono nell’intimità di ognuno, in un percorso che attraverso la passione per 

la creazione degli abiti renda possibile interrogarsi sulla propria identità. Quattordici collezioni, interamente progettate e realizzate dagli studenti, in cui è forte il legame con il più profondo sentire di ognuno, i propri pensieri, la propria interiorità”.

Hanno aperto lo show,  i 15 designer provenienti dall’École Duperré Paris che hanno sfilato ciascuno con un proprio look. 

Fondata nella seconda metà dell’800, intimamente legata al movimento francese per l’emancipazione delle donne, è oggi una scuola pubblica, sotto la supervisione del Ministero dell’Istruzione Superiore, della Ricerca e dell’Innovazione, del Ministero dell’Istruzione Nazionale francese e del Municipio di Parigi.

Cecilia Casorati, Direttrice ABA Roma: “Siamo estremamente felici della collaborazione stretta con l’École Duperré Paris, un’eccellenza della formazione del design e della moda che apre a nuove opportunità e sfide professionali i nostri studenti. Il Dipartimento di Culture e Tecnologie della Moda è diventato, sicuramente, uno dei capisaldi della nostra offerta formativa, contando un numero ogni anno crescente di iscritti, a dimostrazione di una strategia formativa che premia la creatività senza dimenticare la necessità di confrontarsi con il mondo del lavoro e le esigenze del mercato.”

“GALATEO. A JOURNEY INTO CONVIVIALITY” – IL GALA DINNER DI BUCCELLATI


 

Buccellati debutta al Salone del Mobile di Milano con “Galateo. A Journey into Conviviality” e con una cena di gala sulla terrazza di Palazzo Portaluppi, il nuovo headquarters di Buccellati, per riscoprire il significato della tavola e della celebrazione della convivialità.

Con un allestimento realizzato dallo studio Stefano Boeri Interiors, l’esposizione, curata da Federica Sala, è dedicata all’art de la table e si sviluppa come un racconto in quattro atti con i progetti dei noti designers Dimorestudio, Ashley Hicks, Chahan Minassian e Patricia Urquiola. Ognuno di loro ha reinterpretato “la table” attraverso le storiche collezioni di argenteria Buccellati (Caviar, Dodge, Marina and Rouche, Tahiti) e l’atteso lancio della collezione di porcellane “Doble Rouche – Florence Furnace”, nata dalla collaborazione tra Buccellati e Ginori 1735.

Per l’inaugurale cena di Gala, Buccellati ha collaborato con Artemide, azienda di illuminazioni rinomata a livello mondiale, per creare la prestigiosa atmosfera dell’esposizione, con lo storico atelier veneziano Jesurum per impreziosire la tavola con pregiate tovaglie e tovaglioli con dettagli di ricamo in verde lucente, e con la centenaria azienda vinicola La Scolca, guidata da Chiara Soldati, Neo Cavaliere del Lavoro e CEO di La Solca, per deliziare gli ospiti con il vino “La Scolca Gavi dei Gavi” e lo spumante “La Scolca Blanc De Blancs”.

La famiglia Buccellati e il CEO della Maison hanno avuto il piacere di accogliere Nicola Bos, laTestimonial di Buccellati Beatrice Borromeo, Marcel Wanders, Hamish Bowles, Martina Mondadori, Edoardo Monti, Lara Bohinc, Paul Cocksedge, Andres Reisinger, Laura Sartori Rimini, Natalia Bianchi, Rodman Primack, Alexander May, Mattei Marzotto, Franco e Umberta Beretta e Alberto Cavalli.

LUISAVIAROMA X VESTIAIRE COLLECTIVE


 

Vestiaire Collective, app di rivendita di moda second-hand leader a livello internazionale, e LuisaViaRoma, uno dei principali fashion e-tailer al mondo, uniscono le forze per promuovere modalità di shopping più veloci, semplici e consapevoli.

Grazie alla partnership, tutti i clienti di LuisaViaRoma potranno usufruire di un nuovo servizio di resale tramite un’interfaccia web dedicata e intuitiva sul sito di LuisaViaRoma. Dopo aver caricato le informazioni richieste, i clienti riceveranno un preventivo per il loro prodotto pre-loved entro 48 ore; una volta che il prodotto sarà arrivato presso uno degli hub di Vestiaire Collective e avrà superato i controlli di qualità e autenticazione, riceveranno un pagamento sotto forma di gift card di LuisaViaRoma entro 4 giorni lavorativi. A chi usufruirà del servizio, il team dedicato LuisaViaRoma X Vestiaire Collective fornirà assistenza continua durante tutta l’esperienza. I prodotti venduti dai clienti di LuisaViaRoma saranno disponibili per l’acquisto in tutto il mondo su Vestiaire Collective attraverso la pagina di un account dedicato.

Inizialmente la piattaforma sarà disponibile in Italia e permetterà di rivendere borse, scarpe, accessori e prêt-à-porter di 46 brand di abbigliamento femminile di lusso (tra cui Balenciaga, Dior, Gucci e Prada). Sia LuisaViaRoma che Vestiaire Collective mirano a implementare questo servizio di resale in altri paesi europei e ad ampliare la selezione di brand di lusso inclusi nel progetto entro la fine del 2022.


Questa collaborazione è parte fondamentale della strategia di LuisaViaRoma volta ad offrire esperienze di acquisto innovative e più consapevoli e porta avanti la missione di Vestiaire Collective di trasformare l’industria della moda per un futuro più sostenibile. Entrambe le aziende, attraverso questa sinergia, intendono raggiungere un pubblico ancora più ampio e rendere la consapevolezza parte integrante del percorso dei loro clienti.

Alessandra Rossi, CEO di LuisaViaRoma:

‘Sostenere iniziative positive, innovative e circolari è un ulteriore ed essenziale passo avanti nel percorso di LuisaViaRoma verso la sostenibilità. Siamo orgogliosi di collaborare con Vestiaire Collective e di vedere la shopping experience con occhi diversi. Dando ai clienti la possibilità di vivere in prima persona la moda circolare, LuisaViaRoma spera di sensibilizzare sempre più persone sull’importanza di acquistare e rivendere capi e accessori di lusso pre-loved e sulla necessità di fare scelte consapevoli’

Maximilian Bittner, CEO di Vestiaire Collective, dichiara:

‘Siamo entusiasti di collaborare con LuisaViaRoma per mettere a disposizione il nostro servizio e condividere l’interesse per la circolarità, elemento fondamentale per andare verso un sistema moda più sostenibile e rafforzare l’impatto del resale. Continueremo a collaborare e a combattere fianco a fianco insieme a brand e retailer, incoraggiando i loro clienti ad avvicinarsi alla moda circolare dando una seconda vita a capi e accessori che non indosseranno mai più.’

I GIOIELLI PER L’ ESTATE DI ALMAROW


 

Almarow propone una serie di choker hand made, all Made in Italy, scintillanti e dal forte appeal per un’estate che giàpromette di realizzare i sogni di molti.

Me&YOU, tra tutti i simboli, la chiave è un particolare portafortuna che auspica proprio l’apertura di nuove porte, nonché inedite strade da percorrere, ma se è abbinata al lucchetto la svolta romantica è assicurata. Doppia catena placcata 18K dalle magli squadrate, molteplici punti luce e una scritta segreta incisa sul retro“I am owned” per un girocollo che promette giorni appassionati.

The Pauline, l’all-seeing eye con cristalli multicoloreincastonato a mano al centro della catena classica placcata in oro 18K. L’occhio non è solo un amuleto protettivo presente in maniera trasversale in molte culture, soprattutto del bacino mediterraneo, ma è anche un invito ad andare oltre le apparenze perché, come recita un celebre romanzo, non si vede bene che con il cuore…

The Juno, è il modello che più di ogni altro è ispirato alla mitologia e al mondo delle costellazioni senza dubbio dedicato a chi crede nelle stelle. Un astro lucente, un pegaso che rinvia alle più antiche costellazioni boreali, una luna e una donna centauro che rimanda al potere femminile, all’emisfero australe e a uno degli insiemi di stelle più luminosi di sempre. Cristalli preziosi e placcatura 18K, per un choker carico di significati.

Indossare questi monili ha il potere di farci sentire al sicuro dalle energie negative anche se è innegabile che la fortuna sia, innanzitutto, dentro di noi e che molto faccia la perspicacia unita alla capacità di vedere il domani con occhi diversi!