Oh My Bag! Maison About

Maison About propone diverse varianti per le sue bag estive: shopper sportive, maxi e mini pochette in versione bicolor, tricolor o ton sur ton.
I colori rievocano freschi sorbetti al lime, alla menta o alla fragola e diventano poi sempre più scuri, passando per il grigio fumè e il nero, su cui si posano libellule e coleotteri.

Suede Store Omaggia Giada Curti,Gattinoni,Stella Jean

Il Concept Store più esterofilo della capitale ,Suede Store,con un evento all’ interno di AltaRoma ha reso omaggio a tre maison : GiadaCurti,Gattinoni,Stella Jean.

Tre sneakers trasformate in opere d’arte ,
I tratti distintivi, i colori, i simboli che rendono iconiche le  maison romane, nell’interpretazione che i creativi hanno scelto come la più significativa.
I tre creativi sono:
Federico Paris, Edoardo Visalli,Elio Varuna.
 Preziosi partner dell’evento *E’ Stile *(Concept Store della Creatività) e *Mentha Peperita*, punto di fusione tra due mondi: il mondo del super alcolico ed
il mondo del gelato.

Roger Garth @ Vittorio Camaiani AltaRoma

Roger Garth (top model e opinionista tv) e Elisa Silvestrin(Miss Italia, annunciatrice Rai, concorrente di ballando sotto le stelle) ospiti alla

Sfilata di Vittorio Camaiani AltaRoma AltaModa .

Photo: Simone Olivieri 

Be Blue Be Balestra – Giulia Geria

La prima edizione del progetto Be Blu Be Balestra che vede coinvolta l’Accademia di Costume e Moda di Roma è stata vinta da: Giulia Geria.
In base alla votazione della giuria tecnica composta da: Silvia Venturini Fendi (Presidente di Altaroma), Lyne Cohen-Solal (Rappresentante del Comune e della Città di Parigi), Sara Maino (Senior Editor di Vogue Italia e Vogue Talents), Clara Tosi Pamphili (Curatore di A.I. Artisanal Intelligence), Barbara Modesti (giornalista del TG1), Diane Pernet (founder and owner ASVOFF), Glenn Belverio (Blogger ASVOFF) e Massimo degli Effetti (Buyer Boutique Degli Effetti).
E quella popolare che ha potuto votare sia sul sito di Altaroma che nell’Atelier di Renato Balestra. La più meritevole è stata Giulia Geria che avrà l’opportunità di seguire un corso di ricamo nello storico Atelier Lésage di Parigi. 30 ore di training specializzato, supervisionate dal Direttore Artistico Hubert Barrère, per imparare l’antica tradizione e tramandarla alle generazioni a venire.
Un valore culturale fortemente voluto per rafforzare maggiormente la tutela dell’arte dell’alta moda e sancire il gemellaggio, “Tandem Roma-Parigi”, delle uniche due città al mondo che possano vantare un immenso patrimonio storico nella haute couture.